Visite: 2768

Il passaggio dalla formazione al lavoro continua a rappresentare una delle dimensioni più critiche del nostro mercato del lavoro, in cui emergono in tutta la loro drammaticità le diverse disfunzionalità: disallineamento tra domanda e offerta di competenze, ritardi dell’istruzione, inadeguatezza dei servizi pubblici di supporto all'intermediazione, bassa mobilità delle risorse umane, penalizzazione dell’offerta di lavoro. Malgrado sia ormai consapevolezza comune che l’orientamento nelle scuole, soprattutto quello in uscita, rappresenti un tassello decisivo nell'esperienza formativa dei giovani, nel consolidare motivazioni, indirizzare le scelte e rafforzare le chances di successo delle carriere universitarie e professionali, tale dimensione continua ad essere ancora in troppi casi trascurata dalle istituzioni formative del Paese.

Negli ultimi anni sono stati fatti sforzi importanti per accrescere le opportunità di scambio tra scuola, università e mondo del lavoro, potenziando la strumentazione normativa e irrobustendo quella rete informale di progetti e iniziative volte a creare strumenti e opportunità nuove per gli studenti: prima fra tutte, l’alternanza scuola-lavoro che ha interessato, nel 2018, ben il 98,6% dei diplomati. Tuttavia, c’è ancora da interrogarsi sull'effettiva efficacia di tali strumenti.

Dall'esperienza sul campo del Festival del Lavoro e del Salone dello Studente nasce il “Salone dell’orientamento al Lavoro”.

Appuntamento a Bologna Congressi-Fiera di Bologna per il 19 marzo 2020: un’occasione unica in cui studenti, diplomandi, diplomati, universitari, laureandi, laureati, operatori del settore, docenti e dirigenti scolastici potranno approfondire tutte le tematiche legate all'ingresso nel mondo del lavoro e ai cambiamenti in corso.

Il “Salone dell’orientamento al Lavoro” ha infatti come obiettivo principale quello di contribuire a facilitare il dialogo fra istruzione e lavoro. Quindi, metterà a disposizione idee e strumenti per entrare con successo nel mondo del lavoro e conoscere quali sono le giuste retribuzioni, avere informazioni sulle competenze più richieste e su quelle che invece sono meno ricercate da parte delle aziende, sulle misure di accompagnamento al mondo del lavoro, a partire dai tirocini formativi, dall'alternanza scuola-lavoro, dall'apprendistato. Il tutto accompagnato da colloqui individuali e seminari a tema.